A Pistoia sono tornati i “Dialoghi sull’uomo”, ma continuano a ignorare il mondo dell’arte

0

A Pistoia sono tornati i “Dialoghi sull’uomo”, kermesse culturale organizzata e finanziata dalla Fondazione Caript e dal Comune di Pistoia e molto seguita e apprezzata dal pubblico, nella quale apportano il loro contributo illustri studiosi di antropologia, filosofia, psicologia e discipline consimili. La domanda che ci si pone è perché mai fino ad ora non si sia ritenuto opportuno, per non dir necessario, coinvolgere nella manifestazione anche il mondo dell’arte.
La stessa città di Pistoia, fra l’altro, anche a volerci limitare al più recente passato, nel campo dell’arte ha avuto figli illustri come Giovanni Michelucci, il grande architetto che disegnava le città a misura d’uomo; Marino Marini con il suo sentimento etrusco e terrestre della vita; Agenore Fabbri e l’anelito per la libertà dell’uomo da ogni forma di oppressione; Jorio Vivarelli con la rigenerazione morale e spirituale dell’umanità dopo le atrocità della guerra.
Speriamo che la domanda che avanziamo (non come critica, ma come proposta) prima o poi meriti una accoglienza nel senso prima indicato; un esito che siamo certi andrebbe ad arricchire ulteriormente il già elevato spessore culturale della manifestazione pistoiese.
Veronica Ferretti

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: