Art Breaking News

Al Lido Happening di Veronica Gaido con l’arte della “Fotografia liquida”

0

Di Veronica Ferretti – Si è trasformato in un Happening culturale la presentazione di Veronica Gaido che con le sue mostre ormai vanta una lunga esperienza di fotografa d’arte a livello internazionale. L’incontro a “La cultura in valigia”, progetto ideato e organizzato da Carlo Duca, si è svolto in notturna, davanti a un folto pubblico, sul lungomare Europa di Lido di Camaiore con la proiezione di decine di quelle che lei definisce “fotografie liquide” . Si tratta di immagini fotografiche riferite in ugual misura sia alle forme di corpi femminili in movimento, sia alle architetture che la Gaido associa a quelle che Italo Calvino chiamava “le città invisibili”.

La prima parte della presentazione si riferiva ai ritratti dei personaggi del mondo dell’arte e dello spettacolo, colti in atteggiamenti espressivi di grande effetto; la successiva, invece, alle opere già apparse nella mostra aperta nei Musei Mastroianni e di San Salvatore in Lauro a Roma, dal titolo ”Doppio Corpo – Aphrodite / Città invisibile”.

Si tratta di immagini che alludono al tema del confronto tra la bellezza dei nudi animati dalla luce e dal movimento con quella dei grattacieli di vetro che si fronteggiano e si rispecchiano l’un l’altro sotto il cielo della grandi metropoli.

Quanto al significato che la Gaido attribuisce alla propria produzione artistica credo che il termine “liquida”, sovvertendo e scavalcando volontariamente il concetto di fotografia intesa come pura e semplice riproduzione oggettiva della realtà, si riferisca al concetto storico di attualità secondo il quale tutti noi oggi viviamo in una “società liquida”, in movimento e interconnessa, ma fluida e instabile perché, senza un fondamento, è continuamente mutevole.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: