Al via una grande mostra su Lorenzo Lotto a Macerata

0

Dal 19 ottobre fino al 10 febbraio Palazzo Buonaccorsi, a Macerata, sarà sede di una grande mostra dedicata all’artista veneto Lorenzo Lotto e organizzata da Villaggio Globale.
“Un artista accessibile, che non pone filtri, che si presenta in modo immediato”, con queste parole il Conservatore della National Gallery of London, Matthias Wivel, definisce l’artista Lorenzo Lotto (Venezia, 1480 – Loreto, 1556/1557), durante la conferenza stampa, organizzata a Roma, presso la sede del Mibac, per presentare un grande progetto espositivo dedicato al pittore veneto.
Per l’occasione hanno partecipato Gianluca Vacca Sottosegretario di Stato per i Beni e le attività culturali, Luca Ceriscioli Presidente della Regione Marche, Romano Carancini Sindaco del Comune di Macerata, Maurizio Cecconi Segretario Generale di “Ermitage Italia”, Matthias Wivel Conservatore della National Gallery of London e Enrico Maria Dal Pozzolo (Università di Verona) Curatore della mostra.

LA MOSTRA

“La mostra si chiamerà ‘LORENZO LOTTO: Il richiamo delle Marche’”, come racconta il Sottosegretario di Stato per i Beni e le attività culturali, Gianluca Vacca “da sottolineare sono principalmente due punti: una dimensione internazionale e una locale. Nel primo caso è da citare la concomitanza del progetto espositivo dedicato alla ritrattistica di Lorenzo Lotto, ‘Lorenzo Lotto. Portraits’, che prima è stato presentato al Prado di Madrid ed ora presso la National Gallery di Londra. Poi si parla anche di una dimensione più locale. Com’è noto le Marche sono una regione che è stata colpita da violenti terremoti, ma grazie alla cultura stiamo cercando di far ripartire questo territorio”. Luca Ceriscioli, Presidente della Regione Marche, aggiunge: “abbiamo voluto fortemente questa grande mostra su Lorenzo Lotto nella nostra regione che per lungo tempo ha ospitato l’artista e conserva moltissimi dei suoi lavori. Il nucleo centrale sarà a Macerata presso il Palazzo Buonaccorsi, ma verranno presentate anche otto altre città che ospitano 25 suoi lavori”. Tra queste: Ancona, Cingoli, Jesi, Loreto, Mogliano, Monte San Giusto, Recanati e Urbino. Il periodo che è stato scelto è inusuale, “come molti hanno notato. Per noi sarebbe stato più facile inaugurala durante l’estate quando milioni di turisti affollano le nostre spiagge. Invece abbiamo optato per i mesi invernali sintomo di un desiderio di destagionalizzare i flussi”.

LE SCOPERTE

Enrico Maria Dal Pozzolo, docente dell’Università di Verona, curatore della mostra a Macerata e co-curatore dell’esposizione Lorenzo Lotto. Portraits, ha raccontato la genesi del progetto espositivo e come: “sono state anche riaperte delle questioni chiuse da tempo. Ad esempio si è riportata all’attenzione del pubblico il caso del ‘San Girolamo nello Studio’ di cui per lungo tempo ne è stata dubitato la paternità”. Acquistato negli anni ’70 dai Musei Civici di Bassano del Grappa, è stato relegato per decenni nei depositi museali, tanto da perderne quasi le tracce. Adesso, in occasione della mostra a Macerata, è stato riportato alla luce.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: