Dopo Venezia anche Pietrasanta si illumina con le sculture di Pablo Atchugarry

0

A Pietrasanta, paese protagonista dell’arte contemporanea da quando ha accolto scultori di larga fama come Botero, Mitoraj, Folon, Cascella e altri ancora, si annunzia l’imminente arrivo di un’altra celebrità internazionale come quella di Pablo Atchugarry la cui mostra di scultura verrà inaugurata il prossimo 8 giugno.

Sarà un’iniziativa a tutto campo giacché abbellirà, con le sue armoniche forme, la facciata della Chiesa di Sant’Agostino con due opere monumentali, la piazza antistante con cinque grandi sculture mentre all’interno, nella Sala dei Putti e in quella del Capitolo, verranno esposte altre venti opere del celebre maestro uruguaiano.

Di Atchugarry, in contemporanea a Pietrasanta e sino alla fine di novembre, Venezia ospita già una mostra collaterale alla Biennale Internazionale d’Arte con un “Angelo Protettore” installato in zona Ca’ Corner, vicino all’officina che fu del Canova.

Al maestro abbiamo chiesto il significato di questa singolare opera che, con i suoi quattro metri e mezzo di altezza, è tutta slanciata verso il cielo. “Ho voluto raffigurare un angelo che ci abbraccia e che, mentre lo osserviamo, ci invita a volare, ci insegna, così com’è incorniciato dalla volta celeste che lo sovrasta, a elevarci spiritualmente verso il mondo di lassù”.
Veronica Ferretti

No comments

Controcorrente

di Alfonso M. Iacono* – “Perché non li ospiti a casa tua!” è l’obiezione carogna che di solito si fa a chi è favorevole a ...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: