Fuori era primavera il documentario sul lockdown di Gabriele Salvatores, nei cinema dal 26 ottobre

0

di Annalisa Bugliani – FUORI ERA PRIMAVERA è un documentario prodotto da Indiana Production con Rai cinema e firmato da Gabriele Salvatores che è stato composto come una collettiva narrazione dei drammatici mesi del lockdown della scorsa primavera che uscirà nei cinema il prossimo 26 ottobre, in un momento, dunque, nel quale la paura di un nuovo blocco totale a causa della pandemia ha ripreso a turbare le vite di tutti noi.

Il documentario si compone di riprese casalinghe e familiari, di immagini dei grandi luoghi pubblici desolati e totalmente vuoti, mostra gli ospedali e gli operatori sanitari nel loro estremo impegno nella luce di eroi di quel momento, rappresenta l’Italia dei balconi che si univa in musiche, canti e varie espressioni artistiche per dare forza alla speranza del “Tutto andrà bene!”
Per girare questo documentario Salvatores ha chiamato a raccolta l’inventiva e l’estro di molti italiani che armati di telecamere e smartphone hanno filmato ciò che vedevano, sentivano, vedevano ed hanno inviato i loro video originali al regista.
Questo film è, così, il frutto un lavoro di montaggio delle decine decine di contributi che molte persone hanno mandato al regista Premio Oscar durante le settimane del picco di pandemia, dopo il blocco del 9 marzo.


“Seguiamo l’ordine cronologico ed emotivo degli eventi, a partire da quando l’Italia guardava alla Cina e al virus come un problema lontano, passando per la graduale consapevolezza dell’emergenza, per arrivare all’inizio della fase due. – dice Salvatores – Al di là degli aspetti tecnici, quello che vorrei emergesse è la sincerità di questi racconti, che siano veri, fatti col cuore. C’è poi un altro tema che ho particolarmente a cuore che emergerà dal racconto: la rinascita della natura”.
Fuori era Primavera, è un documentario nato per fissare alla nostra memoria quello che è stata la vita quotidiana degli italiani durante i lunghi e terribili mesi del lockdown, ma rischia di diventare, nel momento della sua uscita nelle sale, l’anticipazione di una nuova drammatica fase di grande espansione del virus e di dolore per molti cittadini.
La brutta coincidenza di oggi è che anche Gabriele Salvatores è positivo al Covid-19 e che, seppur asintomatico e in buono stato non potrà partecipare alle alla Festa del Cinema di Roma 2020 dove è in programma il 25 ottobre la presentazione del suo film.

No comments

LA TORMENTA

Bigas Medrano, all’albore di un qualsiasi giorno in divenire, scrutò l’oltre e non vide che un cielo increspato di nuvole uncinate e ostili. E allora ...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: