Art Breaking News

GIORNATA DELLA MEMORIA: Sky dedica un’intera settimana al ricordo delle vittime dell’Olocausto

0

GIORNATA DELLA MEMORIA: in occasione della ricorrenza del 27 gennaio, Sky dedica un’intera settimana al ricordo delle vittime dell’Olocausto

Programmazione speciale su Sky Cinema con 3 film in prima visione, oltre a documentari, approfondimenti, testimonianze

Milano, 18 gennaio 2019. In occasione della Giornata della Memoria, l’annuale commemorazione internazionale delle vittime della Shoah celebrata il 27 gennaio, come ogni anno su Sky molti appuntamenti per non dimenticare.

Su Sky Cinema si parte lunedì 21 gennaio, con un’intera Settimana della Memoria: dal 21 al 27 gennaio Sky Cinema Hits (canale 304 di Sky) dedica la programmazione serale ad alcuni film che hanno scelto di raccontare la persecuzione e il genocidio degli ebrei e gli orrori perpetrati dai nazisti durante la Seconda guerra mondiale.

Si comincia lunedì 21 gennaio con la prima visione del film LA SIGNORA DELLO ZOO DI VARSAVIA, alle 21.15 su Sky Cinema Uno e alle 21.45 su Sky Cinema Hits: la storia eroica di una donna, interpretata da Jessica Chastain, in una pagina di storia poco nota. Quando Jan Zabisnki diventa direttore dello zoo di Varsavia, lui e la moglie popolano il giardino delle specie più belle ed esotiche.

Con l’invasione nazista però lo zoo viene in parte distrutto e molti animali vengono uccisi. I coniugi riescono quindi a fare un accordo con il capo zoologo del Reich (Daniel Brühl) che gli consente di restare ad accudire a quello che rimane dello zoo, ma non solo, la coppia riempirà la loro cantina e le gabbie rimaste vuote con tutte le persone che riusciranno a far uscire in segreto dal ghetto di Varsavia. Lo stesso giorno, alle 20.50 su Sky Cinema Hits, TUTTO DAVANTI A QUESTI OCCHI, la produzione originale Sky di Walter Veltroni, con la testimonianza di Sami Modiano, sopravvissuto agli orrori di Auschwitz Birkenau. In seconda serata, alle 23.55, è previsto anche CONSPIRACY – SOLUZIONE FINALE, film con Kenneth Branagh, Stanley Tucci e Colin Firth che ricostruisce il raduno nazista a Wannsee per pianificare nel dettaglio lo sterminio degli ebrei.

Martedì 22 la serata inizia con il film tratto dal bestseller di John Boyne, IL BAMBINO CON IL PIGIAMA A RIGHE in cui il figlio di un gerarca nazista entra in contatto con Shmuel, un coetaneo ebreo prigioniero in un campo di concentramento. Segue poi la pellicola tratta dal bestseller di Uri Orlev CORRI RAGAZZO CORRI, la commovente fuga verso la libertà di un bambino ebreo durante l’Olocausto.

Mercoledì 23 è la volta di un’altra prima visione, BYE BYE GERMANY (alle 21.15 su Sky Cinema Hits), film diretto da Sam Garbarski (Irina Palm – Il talento di una donna inglese) e ispirato al romanzo semi-autobiografico di Michel Bergmann in cui, alla fine della Seconda guerra mondiale, l’ufficiale americano Sara Simon è sulle tracce di David e dei suoi sei amici, sopravvissuti all’Olocausto e in cerca di una nuova vita verso l’America. In seconda serata si passa a LA TREGUA in cui Francesco Rosi dirige John Turturro nell’adattamento del romanzo di Primo Levi.

Giovedì 24 si alza il sipario sul capolavoro di Vittorio De Sica IL GIARDINO DEI FINZI CONTINI, premiato con l’Oscar® per il miglior film straniero e l’Orso d’Oro a Berlino per la storia di una nobile famiglia di Ferrara che subisce la tragedia della persecuzione contro gli ebrei. Si prosegue in seconda serata con il documentario di Giorgio Treves con Roberto Herlitzka 1938 – DIVERSI (prodotto in collaborazione con Sky Arte), storia di quello che accadde in Italia in seguito all’attuazione delle leggi razziali. Venerdì 25 tornano in onda CORRI RAGAZZO CORRI e BYE BYE GERMANY, mentre sabato 26 LA TREGUA e LA SIGNORA DELLO ZOO DI VARSAVIA.

Domenica 27, giorno della commemorazione, sin dal mattino una maratona con i film sul tema su Sky Cinema Hits e, in prima serata alle 21.15, la prima visione di UN SACCHETTO DI BIGLIE: dal romanzo di Joseph Joffo, il sorprendente viaggio di due giovani fratelli di origini ebrea, attraverso la Francia occupata dai nazisti degli anni 40. Joseph e Maurice vivono serenamente la loro infanzia fino a quando il padre (Patrick Bruel) dice loro che devono intraprendere un lungo viaggio attraverso la Francia per sfuggire alla cattura da parte dei nazisti. Saranno costretti a non dover mai ammettere di essere ebrei e dovranno affrontare innumerevoli difficoltà per sopravvivere. Chiude la programmazione, in seconda serata, il film con Haley Joel Osment e Willem Dafoe L’ULTIMO TRENO, che racconta la storia di un bambino ebreo polacco che si rifugia in una fattoria e finge di essere cattolico per sfuggire alla cattura dei nazisti.

Serata di film anche su Premium Cinema Emotion (canale 316 di Sky e canale 332 sul digitale terrestre): alle 18.50 si inizia con COLETTE – UN AMORE PIÙ FORTE DI TUTTO: basato sul romanzo di Arnost Lustig, scrittore ceco di origini ebraiche più volte internato nei campi di concentramento durante gli anni del Nazismo, racconta la storia d’amore tra Colette (Clémence Thioly) e Vili (Jiří Mádl) durante i terribili anni della Seconda Guerra Mondiale. Catturati dalle SS e spediti in due comparti separati nel campo di concentramento di Auschwitz, rischieranno la loro vita pur di rimanere insieme. In prima serata, alle 21.00 andrà in onda il grande classico SCHINDLER’S LIST – LA LISTA DI SCHINDLER, film diretto da Steven Spielberg nel 1993 e vincitore di due premi Oscar® per il miglior film e la miglior regia. L’industriale tedesco Oskar Schindler (Lian Neeson), è in affari con i nazisti tedeschi e, durante la Seconda Guerra Mondiale, utilizza la manodopera ebrea nelle sue fabbriche per arricchirsi. Pian piano però diventa il loro salvatore: prima costruisce un campo per i suoi operai, dove le milizie non possono entrare senza la sua autorizzazione. Poi, quando ormai lo sterminio si è scatenato, dà fondo a tutte le sue risorse finanziarie, per costruire una fabbrica di pentole. Con l’aiuto dell’inseparabile Itzhak Stern (Ben Kingsley), il contabile ebreo, compila una lista di 1.100 persone ebree perché vengano a lui affidate come operai. E salva così loro la vita…

Programmazione speciale anche su Sky Arte (canali 120 e 400 di Sky) che domenica 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, dedica l’intera serata alla ricorrenza. Si inizia alle 20.10 con un nuovo passaggio di 1938 – DIVERSI, seguito in prima serata alle 21.15 dalla prima tv del documentario AUSCHWITZ – IL PROCESSO: il racconto del primo processo tedesco contro 22 ex ufficiali delle SS accusati per i crimini di guerra commessi ad Auschwitz. A cavallo tra gli anni ’50 e gli anni 60, per la prima volta nella storia vengono alla luce i crimini orribili commessi nei campi di sterminio grazie alla determinazione del procuratore Fritz Bauer e dei suoi giovani collaboratori. È uno shock per il popolo tedesco che non riesce ancora ad ammettere le sue responsabilità. Un iter giudiziario lungo, complesso, tormentato, che porterà a un verdetto certamente troppo clemente, ma che aprirà la strada a una nuova era di conoscenza. A seguire, alle 22.15 il doc AUSCHWITZ – IL MUSEO DELLA MEMORIA, sulla nascita del Museo di Auschwitz e la responsabilità della memoria, a partire dalla testimonianza di alcuni sopravvissuti. Alle 23.15 andrà in onda HITLER CONTRO PICASSO E GLI ALTRI, il film documentario prodotto in collaborazione con Sky Arte, che di recente ha vinto l’Italian Movie Award come Best Doc 2018. Racconta la messa al bando, da parte del regime nazista nel 1937, della cosiddetta arte degenerata. Chagall, Monet, Picasso: artisti disprezzati ma anche trafugati, come mostra il documentario con la voce di Toni Servillo. Chiudono la serata, dalle 00.45, i cinque episodi della serie EBREI – STORIA DI UN POPOLO: da New York a Odessa, da Berlino a Gerusalemme, Simon Schama – saggista e storico dell’arte nonché noto volto di BBC – fa luce sulla storia antica e moderna del popolo ebraico.

Partecipa alla Giornata della Memoria anche History (in esclusiva su Sky al canale 407) che domenica 27 gennaio propone due documentari che, da angolature differenti, raccontano le pagine più nere della Seconda Guerra Mondiale. Alle 21.00 va in onda 1938: QUANDO SCOPRIMMO DI NON ESSERE PIÙ ITALIANI, un film che descrive le vicende di italiani, ebrei e non ebrei, durante il periodo che va dalla pubblicazione delle leggi razziali (1938) alla deportazione dall’Italia (1943-1945).
A parlare non sono solo i perseguitati, ma anche i persecutori e poi gli altri testimoni appartenenti a quella stragrande maggioranza di italiani che non aderirono all’applicazione delle leggi razziali, ma neanche si opposero. Alle 21.50 sarà la volta di SACHSENHAUSEN – LE DUE FACCE DI UN CAMPO: il lager di Sachsenhausen, alle porte della città di Berlino, venne concepito, pianificato e costruito dagli architetti delle SS come campo modello, in base ad un concetto ideale di ciò che doveva essere un campo di concentramento. Tra il 1936 e il 1945 vi furono imprigionate più di 200 mila persone, di 22 paesi diversi. Le vittime si contano a decine di migliaia. Tra di esse il figlio maggiore di Stalin, rinchiuso nel lager per volere di Hitler. Nell’agosto del 1945, a pochi mesi dalla fine della seconda guerra mondiale, Sachsenhausen torna in funzione come campo speciale sovietico. Il campo speciale di Sachsenhausen viene definitivamente chiuso nel marzo del 1950. Per molto tempo il mondo conoscerà solo un volto di questo campo: quello di lager nazista. L’altro volto, quello di campo speciale sovietico, rimarrà un segreto ben custodito, per quasi mezzo secolo.

Su Sky Sport la serata di sabato 26 gennaio è dedicata alla ricorrenza: alle 20.30 su Sky Sport Uno (canale 201 di Sky e canale 372/382 del digitale terrestre) andrà in onda 1938 – LO SPORT ITALIANO CONTRO GLI EBREI, a cura del vicedirettore di Sky Sport, Matteo Marani. Il racconto parte dal 18 settembre di quell’anno, quando – in occasione della prima giornata di Serie A – quella che avrebbe dovuto essere una normale domenica di pallone passerà tragicamente alla storia per il discorso sulla razza pronunciato da Benito Mussolini a Trieste. A seguire, alle 21.15, sempre su Sky Sport Uno, FEDERICO BUFFA RACCONTA ARPAD WEISZ.
Si tratta del racconto della storia del grande allenatore di Inter e Bologna deportato e ucciso ad Auschwitz nel gennaio del 1944. Una originale rilettura dello storyteller di Sky Sport, che trae origine dal libro “Arpad Weisz, dallo Scudetto ad Auschwitz”, scritto da Matteo Marani.

Anche Sky TG24 (canali 100 e 500 di Sky e canale 50 del digitale terrestre) celebrerà la giornata con una programmazione dedicata domenica 27 gennaio, non solo attraverso il racconto puntuale delle commemorazioni e del “Viaggio della Memoria”, che ogni anno porta ad Auschwitz-Birkenau giovani studenti italiani, ma anche attraverso

approfondimenti e speciali. Alle 19.30, durante un’edizione speciale del tg, la testata proporrà le testimonianze di alcuni ragazzi, parenti di sopravvissuti dell’Olocausto ormai scomparsi, che ripercorreranno la storia e i ricordi dei propri familiari perseguitati, in una sorta di passaggio di testimone tra anziani e giovani, per portare avanti il racconto di ciò che è stato. Alle 23 lo speciale “Memoria Infinita”, condotto da Renato Coen, si interrogherà, con esperti e ospiti in studio, su come sia possibile preservare il ricordo della Shoah, ora che le voci dei protagonisti diretti sono sempre più rare, per costruire una memoria condivisa tra generazioni.

No comments

Immaginavano e poi ci credevano

di Alfonso M. Iacono* – Tutte le volte che vi sono elezioni, europee, nazionali, locali, mi viene in mente una frase che Tacito, il grande ...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: