“I cani sono come gli umani, solo con più capelli” le strardinarie foto di Elliott Erwitt a Treviso

0

di Ettore Neri – Si è appena conclusa alla “Casa dei Carraresi” di Treviso una straordinaria mostra fotografica interamente dedicata ad un grandissimo della fotografia mondiale: Elliott Erwitt.
La mostra “I cani sono come gli umani, solo con più capelli”, curata da Marco Minuz, ha raccontato e insegnato come si possa osservare con attenzione e originalità la realtà che ci circonda.

Il percorso espositivo dedicato ad Erwitt, fotografo oggi novantenne passato alla storia per le sue celebri fotografie e per il ruolo avuto nell’agenzia fotografica Magnum Photos.

La mostra, nello specifico, ha eplorato una delle parti più originali e innovative del suo lavoro, il rapporto tra i cani e a fotografia e lo speciale punto di vista dei cani nell’osservazione della realtà.

Si sono così potute osservare a Treviso fotografie dedicate ai cani lungo un percorso temporale che spaziava dagli anni cinquanta fino ai giorno nostri e che ha illustrato l’insolita e straordinaria potenza narrativa del lavoro fotografico di Erwitt.

Alla Casa dei Carraresi erano per la prima volta esposte in Italia oltre ottanta fotografie accompagnate da video, documenti e altro materiale dedicato al tema.
Oltre al titolo della mostra, tratto da una dichiarazione rilasciata da Erwitt, numerose erano le massime del grande fotografo che accompagnavano le sue foto.
Piace ricordare, tra queste, “Il tipo di cane che possedete è indice della vostra posizione sociale e dei vostri gusti, Come l’abito che indossate a un cocktail. Il cane rivela la vostra personalità più di quanto immaginiate.”

Cani che saltano, che fanno pipì, che stanno immersi in paesaggi e in quartieri; cani sorpresi, cani sorprendenti, cani che abbaiano, cani in pose naturali, in pose innaturali, in pose umane .
Cani che sono come umani… solo con molti capelli in più.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: