IT’S TIME: una riflessione sul contemporaneo tra decadenza e riscatto. Un progetto site-specific di Serena Fineschi a cura di Riccardo Farinelli

0

di Annalisa Bugliani – IT’S TIME, è giunto il momento, questo il titolo dell’ultima fatica di Serena Fineschi, artista senese, con base a Bruxelles e da anni molto presente nel panorama internazionale dell’arte.
IT’S TIME è un progetto site-specific curato da Riccardo Farinelli che inaugura il 29 maggio negli spazi esterni di Villa Rospigliosi a Prato, su invito del collezionista Claudio Seghi Rospigliosi.
Sono cinque le opere esposte attraverso le quali l’artista si interroga e indaga sulla nostra esistenza, sulla realtà contemporanea e sulla nostra capacità di attraversarla con sincerità e ironia, talvolta disturbante.

Il percorso si apre con l’opera It’s time to come clean, meridiana reale della villa in cui lo gnomone è sostituito dal dito dell’artista che, trasformato in misuratore del tempo, ci spinge a prendere coscienza e coraggio del nostro stare al mondo e della cura della nostra sopravvivenza.

Il lavoro di Fineschi perlustra l’apparenza e decadenza dei tempi moderni; la visione superficiale e preconfezionata dell’esistenza; le supremazia delle incertezze sulle convinzioni; il continuo rincorrere nel rumore di sottofondo che non ha mai quiete. Tutto questo però non volge al pessimismo: quella della nostra artista è semmai la ricerca di nuovi impulsi volti alla ricerca dell’amore per la vita, dell’incoscienza e della passione per l’imprevisto che sono indispensabili ad viverla, la vita e a sentirsi ed essere davvero vivi nel mondo contemporaneo.

«IT’S TIME – scrive il curatore Riccardo Farinelli nel testo che accompagna il lavoro – è una riflessione sul contemporaneo partendo dal sentire individuale, tematica già affrontata da Serena Fineschi, declinata qui in una ambivalenza che ha il sapore dell’ineluttabile, tra ansietà e speranza. Il desiderio di sincerità è avvertito come di primaria importanza: senza quella, priva di ogni furbesco nascondimento, non sarà possibile fare davvero quanto necessario. È una chiamata definitiva e senza appello».

Serena Fineschi è nata a Siena e vive e lavora a Siena e a Bruxelles.
Si è formata all’Istituto Statale d’Arte “Duccio di Buoninsegna” di Siena, proseguendo gli studi in progettazione grafica a Siena, Firenze, Milano e in Storia dell’arte contemporanea presso l’Università degli Studi di Siena.

Villa Rospigliosi
È un luogo in cui natura, arte e architettura sono in continuo dialogo. Da alcuni anni – grazie all’intuizione e all’impegno di Claudio Seghi Rospigliosi e dei fratelli – si apre periodicamente al pubblico accogliendo eventi, esposizioni e progetti di arte, musica, teatro e cultura contemporanea.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: