La danza che non vuole morire

0

di LETIZIA CIRRI – La chiusura dei corpi di ballo delle fondazioni lirico sinfoniche è da tempo al centro di numerose polemiche e ha generato profondo sconforto nel panorama della danza Italiana che vede sopravvivere soltanto 4 dei corpi di ballo stabili delle 14 fondazioni esistenti. Non sono mancate iniziative di solidarietà per il tragico destino delle fondazioni che hanno visto amputato parte del loro organico e ad oggi fioriscono campagne di sensibilizzazione sull’argomento.

Per riequilibrare il bilancio dinanzi alle criticità economiche e ai successivi commissariamenti delle fondazioni, la soluzione più drastica adottata fin ora è stata quella del licenziamento dei ballerini; attualmente infatti le fondazioni che possono vantare un proprio corpo di ballo sono: il Teatro alla Scala di Milano, il Teatro dell’Opera di Roma, il Teatro San Carlo di Napoli e il Teatro Massimo di Palermo. Una situazione drammatica che rischia di far sparire dalle scene italiane una delle eccellenze della nostra cultura, senza considerare l’amarezza per le schiere di giovani danzatori che dopo un lungo e faticoso percorso di studi non trovano uno sbocco lavorativo dovendo scegliere se cercare fortuna all’estero o rinunciare ai propri sogni. Mirate a rinnovare l’interesse verso la danza, grandi e piccole iniziative si diffondono nelle città italiane.

La città di Milano si accende dal 26 maggio al 2 giugno per la seconda edizione di “OnDance”, con il sostegno del MIBAC. Il Progetto, sotto la direzione artistica dell’étoile internazionale Roberto Bolle, invita tutti a danzare: open class gratuite, esibizioni, flash-mob e molto altro. Dal 29 maggio al 1 giugno 2019 il teatro degli Arcimboldi ospiterà 4 spettacoli del “Roberto Bolle and Friends”, un’opportunità per appassionati e non di avvicinarsi alla danza di altissimo livello; oltre alla stella Italiana danzeranno ospiti internazionali. https://ondance.it/

Napoli quest’anno raddoppia l’edizione di “OnDance” nel weekend del 18 e 19 maggio: anche qua eventi e lezioni di danza gratuite, per concludere domenica sera con uno spettacolo che vedrà sullo stesso palco Andrea Bocelli, Stefano Bollani e Roberto Bolle. https://ondance.it/programma-ondance-napoli-2019/

Il prossimo 5 giugno a Verona, presso il Teatro Camploy, con il titolo “Lasciateci Danzare”, si terrà la serata inaugurale dell’associazione non profit “Uniti per la Danza”. La serata di Gala ad ingresso libero ospiterà la vicepresidente della commissione cultura in Senato Michela Montevecchi e il Comitato Nazionale delle Fondazioni lirico-sinfoniche; il programma vedrà alternarsi estratti di balletti classici e moderni interpretati da danzatori provenienti dai corpi di ballo delle Fondazioni lirico-sinfoniche e interventi di personalità di fama internazionale del settore come Amedeo Amodio, Giuseppe Carbone e Mario Marozzi. A questo link un’iniziativa di crowdfunding per il sostegno dall’associazione. https://www.produzionidalbasso.com/project/uniti-per-la-danza/

Queste iniziative testimoniamo che la danza è ancora viva e mostrano un pubblico sensibile e recettivo. Ci auguriamo che queste manifestazioni raggiungano il successo sperato e possano far risorgere dalle ceneri la Danza Italiana per continuare a portarne alto il nome nel mondo.

No comments