Mattarella conferisce la Medaglia d’Oro a Willy e Don Malgesini e Ozmo celebra la vita a Colleferro

0

di Annalisa Bugliani – Su proposta del ministro dell’ Interno Luciana Lamorgese, il Presidente della Repubblica ha firmato ieri il decreto per conferire il riconoscimento della Medaglia d’oro al valor civile per Willy, il ragazzo coraggioso, e per don Malgesini, il prete degli ultimi, ambedue uccisi in strada nelle ultime settimane e vittime incolpevoli del proprio altruismo e della orrida e ignorante violenza degli altri.
Il presidente Mattarella motiva così Willy e Don Malgesini: “Atti di coraggio e altruismo” il ventunenne di origini capoverdiane, nato e cresciuto in Italia è stao ucciso a calci e pugni mentre difendeva un amico. Dieci giorni dopo Willy è stato ucciso a Como Don Roberto Malgesini, il prete cinquantunenne che andava all’ alba in strada per distribuire cibo e aiuti a migranti e senzatetto.
Il prete degli ultimi, così soprannominato, viene ucciso a coltellate proprio da uno di loro.
Da quella notte sventurata in cui è scomparso tragicamente Willy, nel centro storico di Colleferro, paese in cui viveva il ragazzo è stata realizzata un’opera pubblica per tenere alta la memoria del giovane coraggioso.
L’ opera consiste in un’enorme murale che ritrae il volto di Willy; un ritratto sorridente, proprio come lo ricordano i familiari e gli amici che emerge da uno sfondo pieno di luce sfocato con l’oro come in una tavola antica.
L’ autore del murale è il famoso artista italiano, nato e cresciuto a Pontedera conosciuto come Ozmo, pseudonimo di Gionata Gesi.
Lo street artist lusingato di essere stato scelto dopo una lunga selezione è arrivato appositamente da Parigi dove vive e dopo aver aver incontrato tutta la comunità del paese ha realizzato il murale con il supporto e l’affetto di tutti devolvendo per di più anche il suo compenso in beneficienza.
L’ arte urbana o arte di strada è quella forma di arte che si manifesta in luoghi pubblici, nelle tecniche più disparate, ma questa volta la street art, celebra la vita mettendo d’accorto tutti, Sindaco compreso.
Ci chiediamo se un murale possa essere realizzato anche a Como per tenere alta la memoria di Don Malgesini, il prete altruista; a quando un murale e da quale artista, con o senza sindaco acconsensiente, perchè il bello della Street art è che agisce e appare anche e soprattutto senza permessi.

No comments