Art Breaking News

Philippe Delenseigne, l’artista alla ricerca di un nuovo spazialismo

0

di Annalisa Bugliani – Conosco e apprezzo Philippe Delenseigne oramai da diversi anni, si tratta di un artista dotato di grandissime qualità e, cosa che non sempre si accompagna alle doti artistiche, di mirabile umanità e cortesia.
Phillipe riserva nelle sue opere e nella sua filosofia artistica grande attenzione alle forme eleganti e universali, ha una spiccata propensione alla concettualizzazione dei propri lavori e una accurata conoscenza delle tecniche d’esecuzione: tre caratteri che si integrano nella sua personalità.
Basta porre attenzione ai materiali che vengono da lui utilizzati spesso secondo schemi anti-classici: resine e colle viniliche con le quali dà vita ad agglomerazioni universali del tutto originali nel panorama artistico contemporaneo.

Philippe utilizza però anche bronzo e marmo: materie più nobili con le quali realizza lavori più definiti che vanno alla scoperta di ciò che l’occhio umano non riesce direttamente a percepire.
Philippe Delenseigne, classe 1971, sin dagli esordi porta avanti una ricerca tesa all’indagine della materia artistica: da autodidatta assoluto si dedica alla pittura, alla scultura e alla video-arte, tecniche che, nel loro complesso, testimoniano il personale carattere eclettico e volto alla sperimentazione.
Dotato di estrema curiosità e interesse per le nuove ricerche, Philippe compie ripetuti e continui viaggi tra la Francia, l’Italia, la Germania.
Parigi, Pietrasanta e Berlino sono le tre città europee che lui ha eletto suoi luoghi di ispirazione e riferimento. Tre Città legate assieme dal resistente fil rouge di un’arte di assoluto livello e che ben si adattano alle qualità che Delenseigne alimenta costantemente.
L’artista organizza il proprio lavoro a partire da una conoscenza visiva che possa dar vita a una chiave di lettura anti-aulica dell’arte.
Con le sue sculture e con i suoi dipinti l’artista francese riesce a completare il messaggio che l’arte da sempre porta con sé: esistenza materiale ed esistenza spirituale.
La scultura in marmo o in bronzo dunque, opera tridimensionale sapientemente elaborata, nasconde nella luce il proprio segreto.

Le sue sculture, colpite da una fonte luminosa esterna selezionata dall’artista, generano nella propria ombra il complemento narrativo indispensabile, l’essenza più intima della materia messa a nudo da un’attenta e ponderata riflessione.
Indagine e curiosità sono nelle delicate opere viniliche, le gocce di colla a caldo sovrapposte sviluppano paesaggi ai limiti dell’inconscio.

I differenti piani longitudinali che si vengono a creare, monocromi lunari o visioni multicolori di un’altra realtà, diventano il simbolo delle diverse dimensioni dell’esistenza.
Attraverso tale artificio, Delenseigne trasmette una visione minimalista e profonda dell’universo, un’immagine globale di ciò che siamo, una guida al principio molecolare base della nostra essenza.

Sito internet: www.delenseigne.com

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: