Art Breaking News

Picasso: “In arte non c’è né passato né futuro. L’ arte che è nel presente non sarà mai arte”.

0

di Annalisa Bugliani
Alla Galleria Borghese di Roma, da oggi 24 Ottobre fino al 3 Febbraio 2019, viene inaugurata la prima mostra italiana dedicata a Picasso scultore. Il visitatore è invitato a intraprendere un viaggio senza inizio e senza fine, nella scultura attraverso i secoli. Un viaggio unico e originale tra le opere scolpite di Picasso e la tradizione classica, che il maestro ben conosceva e che ebbe grande impatto sulle sue creazioni. Le collezioni della Galleria Borghese, straordinaria vetrina dell’arte antica, rinascimentale e barocca, furono infatti personalmente visitate e studiate dall’artista. Il percorso della mostra mette in risalto aspetti chiave della scultura di Picasso tra 1905 e il 1964, attraverso l’esposizione di 56 capolavori scultorei.

Cornice d’eccezione uno dei musei più belli al mondo per un’esposizione ampia e affascinante del prolifico artista, classico e avanguardista al tempo stesso, colui che dal Cubismo in poi, è stato innovatore di linguaggi artistici moderni. La stessa versatilità caratterizza non solo le forme delle sculture ma anche le tecniche e i materiali usati dal pittore spagnolo, come il gesso, l’argilla, pezzi di legno, carta e cartone, bronzo e lamiera: materiali poveri che, all’ interno di un contesto classico, creano un perfetto contrasto con i preziosi marmi circostanti. Picasso infatti, come ebbe a dire anche Andrè Breton, non aveva “pregiudizi sulla materia”!

In copertina: “Donna con arancia o Donna con mela” – Bronzo 1934

Nel testo: “Testa femminile” – Bronzo 1931

Vista della Cerimonia di presentazione della Mostra – Galleria Borghese, Roma 23 ottobre 2018

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: