Rauch e Loy artisti tedeschi per la prima volta in Italia

0

di Veronica Ferretti – Le opere di due tra i più eccellenti artisti figurativi tedeschi del secondo Novecento, Neo Rauch e Rosa Loy, grazie alla Fondazione Coppola, saranno visibili sino alla fine di agosto nei suggestivi ambienti de La Torre medievale di Vicenza mediante un percorso di progressione fino alla sommità dell’edificio da dove è possibile ammirare una vista a tutto campo della città di Vicenza.

La mostra, a cura di Davide Ferri, propone per la prima volta in Italia dipinti e disegni inediti di due maestri della cosiddetta Nuova Scuola di Lipsia il cui originale linguaggio figurativo ha influenzato le ultime generazioni di artisti tedeschi per la tecnica di incontro e giustapposizione tra motivi e nuclei narrativi differenti.

Un genere di linguaggio espressivo che in Rauch, ad esempio, reca l’influenza di grandi artisti rinascimentali come Rubens e Tintoretto giustapposta o contaminata dalla cultura Pop, da illustrazioni e icone dei manifesti usati dalla propaganda della Germania Est ai tempi della DDR con le loro allucinate e oscure prospettive di vita sociale.

Al centro della pittura di Rosa Loy c’è, invece, la figura del doppio femminile e la relazione, ora enigmatica, ora violenta, di figure che si muovono all’interno di un ambiente intimo e famigliare che sembra non poggiare su nuclei stabili, ma rappresentare, a livello di esistenza individuale, icone sintomatiche di una ‘società liquida’.

Come già in Neo Rauch, anche in Rosa Loy la giustapposizione delle figure ambientate tra interno casa e giardino rimandano a immagini archetipe in un contesto psicologicamente straniante come avviene in certa tradizione pittorica surrealista che, ai massimi livelli, ha un Dalì o di quella metafisica di un De Chirico.

No comments

Arianna Bonardi si racconta

di Erika Caccamese – Arianna Bonardi, attrice, autrice, youtubers e chi più ne ha più ne metta. Arianna da poco terminate le riprese di Skull ...
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: