RITRATTI: il primo documentario di Tommaso Barbieri al Teatro Comunale di Pietrasanta

0

di Ettore Neri – Verrà presentato il 3 aprileprossimo, alle 21,15, presso il Teatro Comunale di Pietrasanta il primo documentario di Tommaso Barbieri.
“Ritratti” è un documentario interamente dedicato agli artigiani e agli artisti che gravitano nel fertile circuito di Pietrasanta e della Versilia e che fanno delle mani il loro principale strumento di lavoro.
“Ho voluto mostrare – spiega Barbieri – i mestieri antichi che si fanno spazio in una realtà in continua evoluzione, dove la tecnologia influenza e cambia il nostro modo di vivere quotidiano.”
Con questo lavoro il giovane autore si è messo a confronto con la grande qualità del lavoro artigianale: “Un mondo di arte, poesia, polvere e orgoglio, elementi che fanno da filo conduttore a questi racconti, gli stessi elementi che mi hanno guidato nel processo creativo di “Ritratti”.
Parafrasando il grande Federico Fellini, con questo documentario “non voglio dimostrare niente, voglio solo mostrare”. Parlare con questi artigiani – aggiunge – mi ha aperto le porte di un mondo sopito, sconosciuto ai più.”
Un film documentario che coglie il pensiero di Samuel Butler che affermava che :”Si può apprendere un arte solo nelle botteghe di coloro che con quella si guadagnano la vita.”
“Questo è quello che ho fatto – conclude Tommaso – Questo documentario parla di passione, amore e di vite dedite al lavoro manuale.”
Tommaso Barbieri è nato nel 1984 a Livorno,ma è cresciuto a Pietrasanta, dove suo padre lavorava come direttore commerciale per Allco alluminiò.
Ha frequentato L istituto d’arte e sin da piccolo ha sentito l’esigenza di raccontare qualcosa: disegni, fumetti, dipinti.
All’età di 8 anni, già girava cortometraggi con gli amici mosso dalla volontà di raccontare qualcosa.
“Crescendo in una realtà come Pietrasanta – ricorda Barbieri – ho avuto la fortuna di conoscere e visitare artigiani e laboratori,pensando sempre che un giorno mi sarebbe piaciuto raccontare qualcosa non sulla tecnica,ma sull’amore che queste persone provano per il loro lavoro.”

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: