Art Breaking News

Santa Marina Abramovic famosa come la Tata Matilda, la mostra a Firenze

0

di Ettore Neri
Dal 21 settembre 2018 al 20 gennaio 2019 Palazzo Strozzi ospita una grande mostra dedicata a Marina Abramović, una delle personalità più celebri e controverse dell’arte contemporanea, che con le sue opere ha rivoluzionato l’idea di performance mettendo alla prova il proprio corpo, i suoi limiti e le sue potenzialità di espressione.

Una visita a questa straordinaria retrospettiva “Marina Abramovic The Cleaner” è d’obbligo perché consente di rivedere i lavori più importanti dell’artista serba in oltre quaranta anni di attività.
La ricerca delle energie fondamentali resta uno dei tratti fondamentali del lavoro di Abramovic

Fedeli al percorso artistico irriverente, innovativo, trasgressivo di Abramovic abbamo provato una nostra lettura di un’opera tra le più famose della stessa.

Ci riferiamo a “The Kitchen”, opera con la quale Abramovic rende omaggio alla mistica e Santa Teresa d’Avila, che proprio in una cucina sperimentava la levitazione.
Kitchen è anche un progetto autobiografico con il quale Abramovic ha raccontato di una infanzia nella quale la cucina era il luogo centrale della socialità.
Dopo oltre cinque secoli a noi, figli di un secolo dominato dalle immagini dei film, la Santa Teresa d’Avila, rivisitata da Abramovic, appare trasfigurata nella splendida Tata Matilda interpretata da Emma Thompson nel film del 2005 diretto da Kirk Jones e tratto dalla serie di libri Tata Matilda della scrittrice inglese Christianna Brand.

“Marina Abramivic – The Cleaner” è organizzata da Fondazione Palazzo Strozzi, prodotta da Moderna Museet, Stoccolma in collaborazione con Louisiana Museum of Modern Art, Humlebæk e Bundeskunsthalle, Bonn.
A cura di Arturo Galansino, Fondazione Palazzo Strozzi, Lena Essling, Moderna Museet, con Tine Colstrup, Louisiana Museum of Modern Art, e Susanne Kleine, Bundeskunsthalle Bonn.

No comments

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: